Casi di Risarcimento Danni da Investimento

Volkswagen AG

Nome della società

Volkswagen AG

Germania

Ticker Bloomberg

VOW, VOW3

Ticker Reuters

VOWG.DE, VOWG_p.DE

ISINS

DE0007664005 DE0007664039

Periodo rilevante

01/05/2014 – 18/09/2015

Inizio del caso

Ottobre 2015

Persone di contatto

Casi Volkswagen AG

Il Gruppo Volkswagen (“VW”), con sede a Wolfsburg, in Germania, è uno dei principali produttori automobilistici al mondo e il più grande in Europa. Le azioni VW sono principalmente negoziate sulla borsa di Francoforte. Il 20 settembre 2015 WV ha ammesso di aver installato in vari modelli di automobili venduti negli Stati Uniti dal 2009 cosiddetti “dispositivi illegali” per manipolare i test di controllo delle emissioni, uno scandalo soprannominato anche “Dieselgate”. A tale annuncio il 22 settembre 2015 è seguita un’altra ammissione ovvero che lo stesso dispositivo era stato installato su 11 milioni di automobili vendute in tutto il mondo. Nei due giorni successivi a queste rivelazioni il prezzo delle azioni è diminuito di quasi il 30%.

Il 16 settembre 2016 un gruppo di investitori consigliati e assistiti da Deminor Recovery Services ha avviato un’azione legale contro Volkswagen AG allo scopo di recuperare le perdite subite sulle loro azioni a causa del Dieselgate. Il procedimento è attualmente pendente dinanzi al Tribunale di Braunschweig in Germania.

Documenti del tribunale e altri documenti ufficiali rilasciati dalle autorità statunitensi mostrano che VW era a conoscenza delle indagini in corso da metà 2014 e che la società ha ammesso le violazioni il 3 settembre 2015. Non si può quindi escludere che l’alta dirigenza di VW fosse a conoscenza dell’installazione dei dispositivi illegali molto tempo prima del 20 settembre 2015, giorno in cui VW ha informato il mercato del proprio schema di emissioni.

Gli investitori hanno avviato un’azione risarcitoria per le perdite subite sui loro acquisti di titoli Volkswagen. La mancata tempestiva informazione da parte di Volkswagen sull’uso di dispositivi illegali in vari modelli di auto ha portato a gravi conseguenze per la sua situazione finanziaria, vale a dire per i suoi guadagni correnti e le prospettive future.

Deminor ha avviato due controversie contro VW: una per conto di oltre 200 fondi di investimento e un’altra per conto di un gruppo di investitori privati. Gli investitori VW hanno subito collettivamente perdite per centinaia di milioni di euro a causa del crollo del prezzo delle azioni Volkswagen in seguito alla rivelazione del Dieselgate. L’ammontare delle perdite per le quali viene chiesto un risarcimento sarà determinato nel corso del procedimento quando è probabile che emergeranno più elementi di prova. I calcoli del danno si baseranno sulla valutazione della responsabilità di Volkswagen da parte del tribunale.

Una delle due azioni avviate da Deminor è già stata consolidata con il procedimento modello (“KapMuG”) dell’Alta Corte Regionale di Braunschweig. L’altra dovrebbe essere consolidata a breve. A parte le due controversie, Deminor ha anche registrato con il procedimento KapMuG pretese risarcitorie per un certo numero di investitori. L’8 settembre 2017 è stato il termine ultimo per la registrazione delle pretese risarcitorie con il procedimento KapMuG.