search icon Hamburger icon Times icon Caret Down icon Quote Left icon Facebook icon Linkedin icon Linkedin icon box twitter icon Google plus icon Youtube icon Angle Left Icon Angle Right Icon Download Icon Hubspot Icon Align Justify Icon Angle Down Icon home Icon check Icon check Icon

Azioni Antitrust

Cartello degli Autocarri it_IT

Deminor propone alle aziende vittime che hanno acquistato, preso in leasing e noleggiato autocarri medi e/o pesanti di aderire a un’azione collettiva di risarcimento danni.
SHARE

Ultima possibilità di partecipare all’azione collettiva di Deminor tesa a ottenere il risarcimento delle perdite subite a causa del cartello degli autocarri. Questo cartello è già stato sanzionato dalla Commissione europea. L’azione collettiva è interamente finanziata e gestita da Deminor. I clienti di Deminor sono tenuti al pagamento di un compenso solo in caso di esito favorevole. Altrimenti, nulla sarà da essi dovuto.

1. Partecipa all’azione collettiva di risarcimento danni di Deminor
2. Il Cartello degli autocarri
3. Entità del danno risarcibile e rischio prescrizione
4. Azione collettiva di Deminor
5. Come aderire all’azione collettiva di Deminor

deminor-truck-cartel

1. Partecipa all’azione collettiva di risarcimento danni di Deminor

Se hai acquistato, preso in leasing o noleggiato autocarri medi e/o pesanti, Deminor ti offre un’ultima possibilità di partecipare alla sua azione collettiva tesa a ottenere il risarcimento delle perdite subite a causa di un cartello illegale tra costruttori di autocarri (il “Cartello”). Questa azione collettiva è interamente finanziata e gestita da Deminor. I clienti di Deminor sono tenuti al pagamento di un compenso solo in caso di esito favorevole. Altrimenti, nulla sarà da essi dovuto.

Deminor ha già avviato un’azione collettiva per conto di un primo gruppo di aziende vittime del Cartello e sta ora preparando una seconda azione collettiva per i suoi nuovi clienti. Se aderisci ora alla nostra azione collettiva, puoi ancora far parte di questo secondo gruppo. Le aziende vittime del Cartello devono attivarsi prima che intervenga la prescrizione. In caso contrario, non potranno più pretendere il risarcimento dei danni subiti.

Deminor intende avviare la seconda azione collettiva entro la fine del primo trimestre 2021. È pertanto necessaria un’azione urgente da parte delle vittime del Cartello che intendono far parte del nostro secondo gruppo.

2. Il Cartello degli autocarri

Il 19 luglio 2016 la Commissione europea ha comunicato di aver accertato che per 14 anni (dal 1997 al 2011) i costruttori MAN, Volvo/Renault, Daimler, Iveco e DAF hanno violato la normativa europea antitrust avendo coordinato i prezzi degli autocarri, il trasferimento ai clienti dei costi per conformarsi a norme più rigorose in materia di emissioni (da Euro 3 a Euro 6) e i tempi di introduzione delle tecnologie di riduzione delle emissioni. I citati costruttori hanno riconosciuto gli addebiti e hanno convenuto di regolare la controversia con la Commissione europea, che ha comminato un’ammenda record di 2,93 miliardi di euro.

Nel quadro dell’inchiesta è stato avviato un procedimento anche nei confronti di Scania, che tuttavia ha respinto ogni addebito. Pertanto, l’inchiesta è proseguita nei suoi confronti. Ciò ha portato il 27 settembre 2017 alla decisione della Commissione europea di infliggere a Scania una multa di oltre 880 milioni di euro per il suo coinvolgimento nel Cartello.

3. Entità del danno risarcibile e rischio prescrizione

L’analisi dei nostri esperti economici mostra che le vittime del Cartello hanno pagato in media un prezzo più alto di alcune migliaia di euro per ciascun autocarro acquistato, preso in leasing o noleggiato tra il 1997 e il 2011. Tuttavia, il danno subito è maggiore se si tiene conto degli interessi legali e della rivalutazione monetaria.

Le multe record per un totale di 3,8 miliardi di euro inflitte dalla Commissione europea ai Membri del Cartello non saranno utilizzate per risarcire le vittime. Per contro, l’importo del risarcimento che può essere richiesto dalle vittime non sarà ridotto per tener conto di tali multe. Le vittime del Cartello hanno diritto a un risarcimento pieno. Inoltre, come suggerito dalla stessa Commissione europea nei suoi comunicati stampa, esse devono adire i tribunali per chiedere il risarcimento dei danni subiti.

Le vittime del Cartello che non si sono ancora attivate devono agire prima che intervenga la prescrizione. In caso contrario, non potranno più pretendere il risarcimento dei danni subiti. Esse possono evitare la prescrizione partecipando alla seconda azione collettiva di risarcimento danni che sarà avviata da Deminor entro la fine del primo trimestre 2021 per i suoi nuovi clienti.

4. Azione collettiva di Deminor

Deminor propone alle aziende che tra il 1997 e il 2011 (incluso) hanno acquistato, preso in leasing o noleggiato autocarri medi (tra 6 e 16 tonnellate) e/o pesanti (oltre 16 tonnellate), MAN, Volvo/Renault, Daimler (Mercedes), Iveco, DAF e Scania di partecipare alla sua azione collettiva di risarcimento danni. L’azione collettiva è interamente finanziata e gestita da Deminor. I clienti di Deminor sono tenuti al pagamento di un compenso solo in caso di esito favorevole. Altrimenti, nulla sarà da essi dovuto.

In collaborazione con associazioni di categoria, Deminor ha già raggruppato un gran numero di aziende vittime del Cartello con sede in vari Stati europei, tra i quali anche l’Italia. Per conto di tale gruppo nel giugno 2019 abbiamo avviato un’azione di risarcimento danni interamente finanziata e gestita da Deminor.

5. Come aderire all’azione collettiva di Deminor

Per aderire all’azione collettiva di Deminor, ti invitiamo a seguire le seguenti istruzioni:

  1. Contatta Deminor via email (drs@deminor.com) per ricevere il nostro contratto nel quale sono definiti i termini e le condizioni del nostro intervento;
  2. Riporta su foglio Excel tutte le informazioni disponibili sugli autocarri MAN, Volvo/Renault, Daimler, Iveco, DAF e Scania acquistati, presi in leasing e noleggiati tra il 1997 e il 2011 (incluso);
  3. Raccogli tutti i documenti (fatture, contratti, ecc.) che hai ancora a disposizione per gli autocarri MAN, Volvo/Renault, Daimler, Iveco, DAF e Scania acquistati, presi in leasing e noleggiati tra il 1997 e il 2011 (incluso);
  4. Inviaci via email (drs@deminor.com) il nostro contratto firmato, il foglio Excel, i documenti che hai ancora a disposizione, nonché un certificato cronologico del PRA, per ciascun autocarro;
  5. Deminor ti invierà il contratto controfirmato e confermerà la tua partecipazione alla nostra azione collettiva.

Registrati al caso (gratuito)

Membri del Cartello

Volvo, DAF, Daimler, Fiat, Iveco, MAN, Renault, Scania

Periodo rilevante

01/01/1997 – 31/01/2011

Termine per la registrazione

31/03/2021

Persone di contatto

✉️ Charles Demoulin
✉️ Rosario Marcone

Ulteriori letture

Cartello italiano del cartone ondulato

Cartello italiano del cartone ondulato

Il 17 luglio 2019 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (“AGCM”) ha concluso un’istruttoria accertando l’attuazione di due distinte ...

Per saperne di più
Credit Suisse – Greensill

Credit Suisse – Greensill

Greensill Capital, società specializzata nel finanziamento delle supply chain, ha presentato un’istanza di protezione dall’insolvenza nel marzo 2021. ...

Per saperne di più
Newsletter