Azioni Antitrust Indagine

Titoli di Stato europei

La Commissione europea ha inviato comunicazioni degli addebiti a otto banche sospettate di aver partecipato ad un cartello.
SHARE

Il 31 gennaio 2019 la Commissione europea ha annunciato di aver inviato comunicazioni degli addebiti a otto banche sospettate di aver partecipato e gestito un cartello che ha alterato la concorrenza nel mercato dei titoli di Stato europei (“EGB”). Se la Commissione europea accerterà l’esistenza di una pratica anticoncorrenziale, gli investitori negli EGB potranno fare affidamento sulla sua decisione per chiedere il risarcimento dei danni nei confronti dei membri del cartello.

La Commissione europea sospetta che, in periodi diversi tra il 2007 e il 2012, otto banche si sono accordate, principalmente attraverso chat room online, per scambiarsi informazioni commercialmente sensibili e coordinare le strategie commerciali per gli EGB. La Commissione non ha ancora reso noto l’identità di queste banche. In un comunicato stampa del 10 aprile 2019, la banca italiana UniCredit ha confermato di aver ricevuto una comunicazione degli addebiti dalla Commissione europea.

La comunicazione degli addebiti è una fase formale dell’indagine della Commissione su sospette violazioni delle norme antitrust europee. La comunicazione degli addebiti ha lo scopo di informare le parti interessate sugli addebiti mossi nei loro confronti al fine di consentirgli di esercitare i loro diritti di difesa e di rispondere a tali accuse prima che la Commissione adotti una decisione.

Non sono ancora disponibili informazioni dettagliate su come il sospetto cartello possa aver avuto un impatto effettivo sul mercato degli EGB - e su come questo avrebbe causato danni agli investitori. Ad esempio, se venisse accertato che i membri del sospetto cartello hanno colluso per manipolare (aumentare) gli spread denaro/lettera durante il trading di obbligazioni con gli investitori, questi ultimi potrebbero aver aver ricevuto somme inferiori quando hanno venduto gli EGB e pagato prezzi più elevati quando li hanno acquistati.

Deminor sta monitorando attentamente questa indagine e sta già raccogliendo e analizzando informazioni e prove dalle parti interessate.

Periodo rilevante

Dal 2007 al 2012

Persone di contatto

✉️ Charles Demoulin
✉️ Felix von Zwehl

Ulteriori letture

Cartello degli Autocarri

Cartello degli Autocarri

Deminor propone a chi ha acquistato, o preso in leasing, autocarri medi (tra 6 e 16 tonnellate) e pesanti (oltre 16 tonnellate) di aderire a ...

Per saperne di più
Mastercard

Mastercard

Il 22 gennaio 2019 la Commissione europea ha inflitto una multa a Mastercard in relazione al suo sistema che limita la possibilità per i commercianti ...

Per saperne di più
Newsletter